Vasche da bagno con sportello, la soluzione per chi ha problemi di motilità

In un’abitazione ci sono molti ambienti, ognuno di noi ha il suo preferito per svolgere le consuete attività: lavorare, cucinare, guardare la tv o ascoltare musica, tutto nella nostra casa deve essere predisposto per garantire il comfort e la sicurezza. Negli ultimi anni si è assistito ad una tendenza sempre più crescente, di riconoscere una grande importanza ad un ambiente in particolare, ovvero il bagno.

Arredare il bagno: la vasca con sportello

Dal bagno si capisce molto di chi abita la casa, soprattutto per quanto riguarda, i gusti, le abitudini e le necessità.
Quando in una casa troviamo una vasca da bagno con sportello, subito si intuisce che tra gli inquilini, c’è una persona che non ama scavalcare il bordo vasca o distendere le gambe, ma molto più di frequente, la persona in questione non è nelle condizioni di farlo, per ragioni di età o per problemi fisici. I soggetti che ricorrono a vasche con sportello, sono solitamente anziani o persone con disabilità, allo scopo di evitare inutili sforzi e rovinose cadute, sono individui che hanno difficoltà a piegare le ginocchia e per i quali diventa complicato entrare e uscire dalla vasca.
Molto spesso, per venire incontro alle esigenze di queste persone, si ricorre a soluzioni tipiche del fai da te, si trasforma la vasca da bagno inserendo uno sportello, oppure la si elimina, nella convinzione di risolvere il problema alla radice, collocando un comodo sgabello nella doccia, non riflettendo abbastanza sul pericolo di scivolamenti, che comunque un anziano o un soggetto con certe disabilità, potrebbe correre. Questo genere di rimedi è molto diffuso. I motivi possono essere vari, magari si ritiene che così facendo si possa risparmiare qualche euro, oppure si preferisce evitare polvere e confusione, che un lavoro di eventuale nuova installazione comporterebbe, preferendo sacrificare parte del comfort domestico.
Molto più spesso, capita semplicemente di non attribuire l’importanza che merita, al piacere di godere di un momento intimo e rilassante, vissuto immergendosi in acque calde e profumate, che solo il tepore di un buon bagno sa donare. Il benessere psicofisico di anziani e disabili, ma non solo, passa anche da queste piccole, ma grandi cose. La sostanza è che, relax a parte, il momento dell’igiene intima è fondamentale, ed è giusto viverlo, provvedendo autonomamente e con la serenità che, una situazione di massima sicurezza può donare.
Questi i motivi che spingono molte persone a scegliere una vasca da bagno con apertura laterale, che risulta molto più sicura delle vasche comuni. Sul mercato ce ne sono di vari tipi, tuttavia, una buona vasca con sportello, dovrebbe possedere quei requisiti minimi indispensabili, in grado di garantire l’incolumità del fruitore finale, sia esternamente che internamente. Tra questi, di primaria importanza risulta, l’assenza di spigoli al fine di evitare ferite peggiori in caso di impatto, la presenza di uno sportello ampio, per consentire un ingresso semplice e comodo, con apertura rivolta verso l’esterno, in modo da non ingombrare il vano interno e agevolare anche le manovre di chi eventualmente presta il proprio aiuto. La vasca da bagno, inoltre, dovrebbe essere munita di appigli con funzione di presa comoda e sicura, quasi superfluo sottolineare che tale articolo dovrebbe vantare la totale assenza di ostacoli all’accesso diretto. Internamente, la vasca dovrebbe essere munita di maniglie di chiusura in sicurezza, che impediscano aperture accidentali.
E’ possibile sbizzarrirsi e scegliere tra una moltitudine di modelli che il mercato offre, allo scopo di soddisfare le innumerevoli esigenze di una clientela che potrebbe avere bisogni, prima ancora che gusti difficili. Alcuni modelli di vasche si presentano con la seduta alta, allo scopo di evitare lo sforzo di abbassarsi o di alzarsi, ed inclinata, per impedire di scivolare in avanti.
Molte aziende vantano l’assenza totale di ostacoli tra il sedile e l’esterno, consentendo di sedersi comodamente, tenendo le gambe al di fuori della vasca, per portarle all’interno solo in un secondo momento, una soluzione studiata in modo particolare per chi si trova sulla sedia a rotelle, che riduce di gran lunga il rischio di infortuni.
La seduta può presentare parecchi vantaggi come, la presenza del fondo antiscivolo e dell’incavo, e il fatto di essere totalmente integrata piuttosto che saldata o incassata. Molti modelli di vasche con sportello garantiscono spazi interni ampi.
Per quanto riguarda il comfort, questo genere di articoli, non ha nulla da invidiare alle comuni vasche da bagno, per garantire comodità e relax, infatti, le aziende propongono una vasta gamma di modelli sui quali, a richiesta, è possibile ottenere molti optional. Si possono dotare di schienali scaldabili, per rendere l’attività del bagno un momento atteso e piacevole, fino ad arrivare a vasche con idromassaggio e cromoterapia. Per i clienti più impazienti, si possono avere funzioni di riempimento e svuotamento rapido. Si arriva così alle dimensioni della vasca: anche in questo caso l’offerta è ampia e adeguata a tutte le esigenze, si parte da vasche di 100×70 cm, per chi dispone di spazi limitati, fino ad arrivare a vasche 170×80 cm. Possono essere realizzate in vari materiali, che ne garantiscono la durata e la solidità nel tempo, oltre che una certa cura estetica, molte sono in vetroresina, con finitura superficiale a lucido, in grado di semplificare le operazioni di pulizia e manutenzione, strizzando l’occhio all’estetica.

Potrebbero interessarti anche...